Lo sapevate ???


Durante il 18° secolo...

Durante il 18° secolo sono arrivate a Tisno le famiglie italiane ricche. Da questo periodo ci sono rimaste 11 ville tra cui spiccano la casa dei Gelpi (18° secolo), dei Banchetti (18° secolo), dei Denari (19° secolo), il Palazzo Katunarić (19° secolo) e il Palazzo Mazzura dove oggi è situata l'amministrazione del Comune di Tisno. 

Il santuario della Madonna di Caravaggio

A Tisno si trova anche il santuario della Madonna di Karavaj. La famiglia Gelpi venuta dall'Italia, onorando la Madonna, ha portato con sé una sua immagine e verso il 1720 ha costruito una cappella in monte Brošćica sopraTisno fino a cui si arriva per la via di Karavaj con 214 scale. Una volta i pellegrini salivano queste scale sulle ginocchia per compiere un voto!

Scrittore croato Vjekoslav Kaleb

A Tisno si trova la casa nativa del famoso scrittore croato Vjekoslav Kaleb il quale nelle sue raccolte numerose ha pubblicato 57 novelle di cui una delle più giovani  „L'ospite“ è anche la più conosciuta.  

Località archeologica Ivinj

In località archeologica Ivinj (a 4km da Tisno) sono stati ritrovati i muri di una villa romana del periodo a cavallo tra il 2° e 3° secolo, ciò dona alla località un significato storico importante, mentre la baia Makirina è una sorgente ricca del peloide, il fango curativo. 

Chiesa di San. Spirito

Sull'altare principale dell'attuale chiesa di San. Spirito (Sv. Duh) si trova la statua della Madonna con il bambino in stile protogotico. La statua risale al 11°/12° secolo ed è unica nell'Europa perché si tratta di una opera rivestita dell'argento e dell'oro precedentemente non pitturata. 

Gara degli asini internazionale

Nel passato a Tisno il mezzo di trasporto più frequente erano gli asini che spesso avevano paura di attraversare il ponte perché nelle fessure delle tavole si intravedeva il mare. Oggi a Tisno ogni anno ad agosto ha luogo una gara degli asini internazionale.

Il primo ponte a Tisno...

Il primo ponte a Tisno è stato costruito nel 1832 che veniva mosso lateralmente a mano. Il ponte odierno viene sollevato in alto per fare spazio al passaggio delle barche, tutti i giorni alle 9 di mattina e alle 17 di pomeriggio.


 

 SEARCH ACCOMODATION